TAGLIATELLE AL CACAO CON PUNTARELLE E CREMA DI NOCI

Riconosco che a volte l’amore, abbia forme strane per presentarsi a noi. Ha modi che non immagini si possano associare a questa parola, ma, benchè si pensi all’amore in una forma sola, molto spesso, a me è capitato di vederlo ovunque in questo ultimo periodo ma sotto sembianze tutto fuochè ovvie.

Ho sentito forte la potenza dell’amore in una forma del tutto nuova, ma che già avevo esplorato, quando è arrivato un messaggio da parte di una di queste donne meravigliose di cui vi parlerò tra poco: “prepariamo qualcosa di diverso per S. Valentino?” Qualche ricetta che stupisca e che ci lasci amare il cibo ancora più di quanto non abbiamo imparato ad amarlo. Questa era il focus su cui concentrarsi, lo stimolo da sfruttare per creare qualcosa di bello.

Abbiamo realizzato questo progetto insieme a Chiara di MangioQuindiSono, Francesca di Thebluebirdkitchen , Francesca di Spadelliamo, Monica di Momacy, Roberta di Healtylittlecravings e Stefania di Stefiinstax.

Un gruppo denso, ricco, polifunzionale, nel quale le idee non sono mancate per concentrare tutto il nostro amore, si, ma sul cibo! Ho deciso di prendere subito parte a questa idea non perchè io sia grande fan di questa festa (in realtà io e Claudiu la festeggiamo in maniera molto alternativa e poco strutturata, a volte non la festeggiamo proprio: non siamo tipi da cene fuori, non siamo tipi da cene attrezzate, quanto più da un bel piatto di pasta o una pizza condivisa sul tappeto o sul divano hahah), ma sentivo che tutto questo sarebbe stato stimolante. Le aspettative non mi hanno delusa.

Ma tornando a noi, con le ragazze, abbiamo pensato a diversi temi da proporre, ma inevitabilmente , alla parola cioccolato, siamo tutte crollate come pere cotte hahahah e ci siamo fatte prendere la mano da un fiume di idee! Così è avvenuta la scelta delle ricette, come un flusso di coscienza, senza forzature, senza troppe sovrastrutture, senza obblighi, ma con un infinito rispetto per il lavoro di ognuna di noi.

Insomma, gira e rigira, non potevamo mica solo parlare di cioccolato o cacao associandolo al dolce, no? Non potevamo “accontentarci”, e abbiamo optato per produrre delle ricette che combinassero il dolce e il salato. Come quelle coppie che dicono si somiglino davvero poco e poi hanno tante cose in comune da non sapere nemmeno quante. Da quì è nato #insolitocioccolato

Il mio primo pensiero è stato rivolto ad una pasta fresca per tre motivi fondamentali :

  1. La pasta fresca richiede tempo per essere prodotta e per me dedicare tempo a qualcosa implica imprescindibilmente un certo amore di fondo e come non festeggiarlo proprio il giorno della festa degli innamorati?
  2. Nei prossimi giorni vi proporrò, in linea con una sorta di menù di San Valentino, (quasi non mi riconosco, aiutoooo!!) un dolce a base di cioccolato, quindi dovevo trovare qualcosa che completasse il pasto che deciderete di consumare con il vostro “amore” (umano o animale che sia ;))
  3. Ultimo, ma non meno importante , queste tagliatelle potete utilizzarle anche come piatto dolce, per stupire i vostri commensali, che penseranno di mangiare un primo e invece si ritroveranno con un dessert goloso. Sono ottime servite con frutta fresca, un crumble d’avena e una pallina di gelato alla vaniglia sono la morte loro, parola di lupetto! Attenti a farle raffreddare prima di servirle, magari aggiungete un poco di burro per far si che non si attacchino tra di loro. 

Insomma, dicevo, la pasta fresca l’associo all’amore per diversi motivi. Uno di questi è perchè, quando preparo la pasta, molte volte io e Claudiu mangiamo dallo stesso grande piatto, oppure proprio dalla pentola. Lo so, lo so, il galateo non prevede tutto questo, ma se dovessi pensare a come trascorrere la serata di San Valentino mi vedrei bene sul divano, con un bel piatto di pasta condiviso con il mio compagno, un film e cani e gatti annessi.

Non ho pretese, ma semplicemente perchè in tutto questo ci vedo ciò di cui ho bisogno.

L’amore è personale e deve essere così, senza sindacare.

Questa è una delle poche certezze che ho riguardo questa parola così pesante e così fragile.

L’amore nelle sue mille forme, prende le sembianze della condivisione e io mi ritrovo a condividere parecchie cose con la persona che amo : il lavoro, una casa, degli animali, i maglioni, il cibo!!!

La condivisione l’ho trovata anche in questo progetto e probabilmente è il motivo per cui mi ci sono appassionata così tanto!

Vi lascio quì la ricetta delle tagliatelle al cacao, senza aggiungere troppe parole, che, nel caso di una pasta così proprio non servono!

 

INGREDIENTI PER LA PASTA

  • 150 g di farina 00
  • 110 g di semola
  • 40 g di cacao amaro
  • 3 uova
  • 5 g di sale

INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO

per la crema di noci:

  • 200 g di noci sgusciate
  • 50 ml di panna da cucina
  • 50 g di parmigiano
  • 10 g di burro fuso
  • pepe
  • noce moscata
  • sale

per le puntarelle ripassate in padella:

  • 300 g di puntarelle
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva q.b (per soffriggere)

 

PROCEDIMENTO

Iniziate col preparare le tagliatelle al cacao.

Mettete sul piano di lavoro la farina, la semola e il cacao, mescolate leggermente e aggiungete le uova, una alla volta. Iniziate a mescolare le uova con una forchetta e poi aggiungete il sale. Mescolate ancora e con un tarocco aiutatevi per raccogliere tutta la farina e unirla bene con le uova. Quando l’impasto inizia a diventare abbastanza omogeneo iniziate a lavorarlo bene con le mani, finchè non ottenete un impasto totalmente liscio. Formate una palla e mettete a riposare l’impasto mezz’ora, coperto da uno strofinaccio.

Quando sarà passata mezz’ora, tagliate in pezzi più o meno omogenei l’impasto e iniziate a stendere le sfoglie con la sfogliatrice per pasta. Potete farlo anche a mano con il matterello se non avete una macchina disponibile. Ogni tanto spolverizzate semola o farina per far si che non si attacchino. State attenti perchè l’impasto sarà abbastanza umido e avrete bisogno di qualche piccola accortezza per gestirlo al meglio.

Una volta sfogliato molto sottile l’impasto, iniziate a passare l’impasto nello stampo da tagliatelle.

Procedete così fino ad esaurire l’impasto.

Quando finite di produrre le tagliatelle, cospargetele di semola o farina, assicurandovi che non si attacchino tra di loro. Riponete su un piano spolverizzato con farina o semola e mettete a riposare ed asciugare le tagliatelle, coperte da un panno di cotono o lino leggero.

Preparate nel frattempo la crema di noci.

Mettete a sciogliere il burro, fate raffreddare e unite con noce moscata, pepe, sale , panna , parmigiano e noci in un mixer e frullate tutto fino ad ottenere una crema densa. Mettete in un contenitore piccolo, coprite con pellicola trasparente e mettete in frigo a far rassodare.

Preparate le puntarelle.

Iniziate lavandole bene e tagliandole a metà e mettete in padella a soffriggere uno spicchio di aglio, del peperoncino a piacere e lasciate dorare. Quando sarà dorato lo spicchio di aglio, toglietelo e mettete le puntarelle in padella. Fatele rosolare qualche minuto a fiamma viva: attenzione, non devono diventare del tutto morbide , devono mantenersi croccanti, quindi vi consiglio di non esagerare con la cottura. Non più di 5 minuti.

Quando tutte le componenti del condimento saranno pronte, mettete a cuocere la pasta in una pentola con dell’acqua che avrete portato a bollore.

Aggiungete un cucchiaino di olio nell’acqua per far si che non si attacchi la pasta. Appena vedrete l’acqua bollire, versate le tagliatelle e fatele cuocere circa 7 minuti. Ogni tanto assaggiate per vedere se le preferite al dente o ben cotte. Io le preferisco al dente.

Quando saranno pronte, scolatele bene lasciando un cucchiaio di acqua di cottura in pentola. Aggiungete le puntarelle, mescolate e passate un attimo sul fuoco a fiamma viva.

Quando saranno ben amalgamate, condite con la crema di noci. Io solitamente ne metto metà in pentola e metà per guarnire alla fine!

Condividete con chi amate 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

36 + = 46