FUDGEY BROWNIE CON CONFETTURA DI MORE, LAMPONI E RIBES FRESCHI

“Oh quanto amo i brownies!” , esclamavo ogni volta che ne mangiavo una fetta.

Poi ho assaggiato questi con la confettura al loro interno e frutti rossi, di ogni genere vogliate, e ho capito che non avevo mai assaggiato qualcosa di così godurioso.

L’acidità dei frutti sta benissimo col cioccolato e spezza la dolcezza di questo dolce che è abbastanza rinomato non essere tra i più leggeri di questo mondo!

Il burro, poi, si sa che con le more e i lamponi, crea un connubio perfetto e quindi, ho voluto condividere con voi questa ricetta che va subito nella classifica delle più lussuriose che abbia sul blog!

Ho preparato per la prima volta questa ricetta quando siamo andati da Vignamaggio per uno shooting fotografico: mi piace un sacco preparare qualcosa con i loro prodotti, perchè riescono a dare quel quid in più alle mie preparazioni che raramente trovo utilizzando altri prodotti. La loro confettura di More Bio è tra le mie preferite e davvero trova sempre spazio nella mia dispensa e viene utilizzata tantissimo quì a casa, anche semplicemente sopra una fetta di pane con burro di arachidi. Una volta l’ho addirittura usata per guarnire un risotto ed era una bomba!

Questa volta la trovate all’interno di questo brownie, al quale poi ho aggiunto anche frutta fresca, nello specifico ribes e lamponi! Avrei potuto utilizzare le more, ma preferisco l’acidità convinta dei ribes combinata alla dolcezza dei lamponi. In questo modo ho creato un brownies ai tre frutti di bosco, che ormai è un must nella nostra cucina!

Ma voi lo sapevate che esistono tre diversi tipi di brownie?

Ebbene si, ragazzi, esistono varie tipologie di brownie, nonostante la più conosciuta sia quella dalla consistenza “chewy” (che è anche quella più classica da ritrovare nelle pasticcerie o nelle bakery!

Nonostante questo, ci sono altre due tipologie di brownie: quelli “fudgey” oppure “cakey”.

Ciò che cambia all’interno di questi brownie è il bilanciamento degli ingredienti utilizzati e i tempi di cottura. La combinazione di questi elementi, forniscono un prodotto totalmente diverso in base al caso che ci troviamo davanti.

I brownies “chewy” sono facilmente riconoscibili perchè hanno la consistenza simile ai cookies: leggermente gommosi, nel senso migliore del termine! Masticabili, sembrano avere la consistenza dei marshmellow. Per ottenere questa consistenza non si dovranno utilizzare solo i tuorli d’uovo nell’impasto, ma uova intere, che conferiranno elasticità e masticabilità al prodotto finale.

I brownies “cakey” non hanno invece albumi d’uovo al loro interno, ma vengono fatti solo con il tuorlo. Non avranno una consistenza elastica e gommosa, ma piuttosto ariosa e leggera, simile a quella di una sponge cake! Solitamente si limita la quantità di burro o liquidi al loro interno, per ridurre l’umidità, e si aumentano gli ingredienti secchi. La cottura richiede temperature legermente più basse ma tempi di cottura più lunghi, che vadano ad asciugare dall’interno verso l’esterno il brownie finale!

I brownies “fudgey”, inceve, hanno la caratteristica di sembrare quasi crudi appena cotti. Questo succede perchè questi brownies vengono cotti a temperature leggermente più alte, ma per meno tempo in modo che la parte superficiale si trasformi in una crosta, che, da fredda, si trasformerà in craquelè! All’interno, quindi risulteranno molto umidi e dall’intenso sapore di burro e cioccolato: quando li addenterete si scioglieranno in bocca!

Quelli che proponiamo in questa ricetta, sono quelli dalla consistenza più “fudgey”. Dato che questa consistenza permette di sentire molto il burro e il cioccolato all’interno, ho pensato fosse cosa buona bilanciare con qualcosa di acido: la confettura di more e i ribes e lamponi freschi!

Questa è una di quelle torte adatte ai pomeriggio con amici, con un tè caldo a tenerci compagnia, preparato utilizzando il bollitore Smeg, uno tra i tanti piccoli elettrodomestici presenti al Casolese di Vignamaggio. Come potete ben immaginare, design e cibo, non sono mondi poi così lontani e quando il gusto estetico incontra quello culinario, la combinazione è davvero un must di bellezza!

Adoro le realtà che hanno a cuore la cura dei piccoli e a volte, più importanti particolari: questo fanno di un luogo ma anche di una ricetta, qualcosa che vale la pena essere ricordato!

Ingredienti

400 g di cioccolato fondente

200 g di burro

135 g di farina ’00

20 g di cacao amaro in polvere

180 g di zucchero semolato

4 uova

1/2 cucchiaino di lievito in polvere

3 cucchiaini di Confettura di More Bio Vignamaggio (o frutti rossi a scelta)

100 g di frutti rossi (ribes, lamponi o more…)

Procedimento

Sciogliere metà del cioccolato fondente con il burro a bagnomaria e farlo raffreddare. Montare le uova con lo zucchero e unire il cioccolato fuso. Mescolare bene in planetaria.

Mescolare bene e aggiungere la farina e il cacao amaro, utilizzando una velocità bassa, senza smontare il tutto. Aggiungere il lievito e alla fine versare metà frutti rossi nell’impasto e metà metterli sopra. Mettetre sopra per guarnire anche la marmellata di more (oppure di altri frutti rossi, in base a ciò che avete a disposizione).

Mettere in una teglia 20×20 cm, ricoperta di carta da forno e cuocere in forno statico a 180° per 35-40 minuti o fino a quando sui brownies si sarà formata una leggera crosticina, che, una volta tolto dal forno, andrà a rompersi e formare il craquelè.

Attendere qualche ora finché non saranno freddi e tagliarli a quadrati. Servire, se volete, con una pallina di gelato alla vaniglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

89 + = 90