STRASCINATI CON PACHINO, BOTTARGA E SALICORNIA

Ingredienti per gli strascinati:

  • 300gr di farina di grano duro biologico (Biancolilla, Molino del ponte)
  • 3 tuorli d’uovo (1 tuorlo per ogni 100 gr di farina)
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 3 gr di sale

Ingredienti per il condimento:

  • 10 gr di bottarga
  • 200 gr di pomodorini pachino
  • 1/2 cipolla
  • 1/4 spicchio di aglio
  • 100 gr di Salicornia già pulita e lessata ( è possibile utilizzare anche quelle in salamoia in barattolo)

Procedimento:

1) iniziamo con il preparare la pasta fatta in casa , nel nostro caso gli strascinati . Mettere su un ripiano la farina e fare un buco centrale nel quale andare a riporre i tre tuorli d’uovo , il sale e l’acqu poco alla volta , in modo da permettere meglio l’assorbimento. L’acqua deve essere tiepida perchè permetterà alla pasta di mantenersi morbida.

2) impastare per bene il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo , riporre in un  canovaccio per 15 e procedere alla preparazione del sughetto.

3) iniziamo a preparare il condimento tagliando in modo molto fine l’aglio e la cipolla e mettiamo a rosolare a fiamma bassa in una pentola antiaderente.

4) quando la cipolla e l’aglio saranno dorati aggiungere i pomodorini , mezzo cucchiaino di zucchero e lasciamo cuocere per 10/15 min. Quando saranno appassiti aggiungiamo la salicornia e facciamo insaporire.

5) a fine cottura del sughetto procediamo a dare forma ai nostri strascinati: prendete un pezzo di impasto e formate una pallina grande quanto una nocciolina, schiacciate leggermente con l’indice e fate scorrere verso le estremità in senso obliquo in modo da creare l’effetto a spirale concavo tipico degli strascinati. Proseguite in questo modo fino a terminare l’impasto a vostra disposizione.

6) riporre tutto su un canovaccio di cotone leggermente infarinato. Mettere a bollire una pentola d’acqua, salarla e metterci un goccio di olio( questo vi permetterà di non far attaccare la pasta). Fate cuocere fin quando non saliranno a galla (4/5 min). Scolare e mantecare nel sughetto.

6) aggiungere a fine cottura la bottarga e una foglia di basilico fresco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *