Sciroppo di Sambuco e … torniamo bambini

I fiori di sambuco sono in piena fioritura ai bordi delle strade di campagna , appena fuori dalla città. Questo momento è così delicato e poco duraturo che ho deciso di volerne cogliere subito tutta la sua profondità, dedicando un’intera giornata alla raccolta di fiori per i miei sciroppi. Ogni soffio di vento è  una tale gioia e tutto sembra così impercettibile ed etereo che l’unico modo per conservare questo istante è come sempre “conservare” qualcosa che me lo ricordi per i mesi a venire : fare un delizioso sciroppo di fiori di sambuco mi è sembrato il giusto modo. 

 

La nonna del mio compagno, in questo periodo , ha sempre prodotto sciroppo di sambuco. Claudio me lo racconta spesso. Mi racconta di quando , nelle ore meno calde del giorno sua nonna si recava a raccoglierne i fiori appena sbocciati. Minuscoli e delicati, come la primavera stessa. Mi dice, con occhi sognanti, di quando dopo ore di lavoro in campagna , da bambino , sua nonna deliziava lui e sua sorella ,con un bicchiere fresco e frizzante di acqua mista a sciroppo di sambuco. 

Tramite le sue parole sento la freschezza di quel momento di ristoro e penso che amare qualcuno è anche regalargli un ricordo. Così faccio. 

Mi metto all’opera.

Costringo Claudio a svegliarsi presto e a portarmi a foraggiare. 

Appena fuori la città , ci imbattiamo in cespugli immensi di sambuco , l’odore è nell’aria , pervade le mie narici . Un profumo di erba fresca tagliata, dolce e acre. La sua espressione cambia: torna bambino, glielo leggo negli occhi. 

 

 

 

 

      

Ne raccogliamo diversi fiori, ma io ho già idea di come utilizzarli : li metterò in infusione per la Sambucata e quelli che avanzeranno li metteró ad essiccare per farci dei biscotti profumati. 

 

 

La ricetta per lo sciroppo di Sambuco 

Ingredienti : 

-20 ombrellini di fiori di sambuco

-1,5 litri di acqua

-1 kg di zucchero

-4 limoni 

PROCEDIMENTO

  1. Scuotere bene i fiori di sambuco per far cadere eventuali insetti o terra depositatasi sui fiori e i limoni. Passarli velocemente sotto l’acqua per far sì che non si rovinino o stacchino dal gambo e sciacquare i limoni. 
  2. Far bollire l’acqua e, appena tiepida, aggiungere lo zucchero, mescolare finché non sia completamente sciolto.
  3. Aggiungere i fiori e i limoni tagliati a fettine sottili . Lasciare in infusione per 3 giorni mescolando circa due volte al giorno. Se fa molto caldo, due giorni di infusione andranno bene.
  4. Trascorso questo tempo filtrate con un colino a maglia stretta e in secondo luogo con una garza spremendo bene gli ingredienti.
  5. Far bollire lo sciroppo per 3 minuti. Travasare in bottiglie di vetro sterilizzate. Chiudere bene e conservare in luogo fresco.
  6. Una volta aperta la bottiglia, conservarla in frigorifero e consumarla entro breve.

NOTE

Al momento dell’uso lo sciroppo va diluito con acqua fresca (naturale o frizzante).Si ottiene una bevanda molto dissetante dal gusto dolce e fruttato. 

Si può utilizzare lo sciroppo per ammorbidire e profumare torte o per la creazione di gelati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*