CROSTATA RUSTICA CON CREMA DI RICOTTA DI BUFALA AROMATIZZATA AL LIMONE, FICHI E NOCI

La sento nell’aria che sta cambiando, questa estate che passa ma non abbandona i miei passi. Che scorre inevitabilmente ma lascia tracce profonde di cambiamento. Un cambiamento a volte poco tangibile, ma reale, che sotto la pelle si muove e scuote ciò che di statico era rimasto in me.

Mi aggrappo agli ultimi sapori veri,prima di far spazio ai presagi di autunno.

Lo faccio perché la memoria a volte fa scherzi, e io, di questo tempo , non voglio perdermi proprio niente.

È tornare. Da un periodo di fermo. Riprendere gli ingranaggi della vita in mano, ciò che abbiamo lasciato sospeso tra la stanchezza e la voglia di progettare.

È difficile.

Lasciare posti, cieli che hanno il colore dell’oro misto al rosso del cuore.

Le nuvole che si muovono lentamente e chissà, come i pensieri , dove volano leggere. Magari verso un’altra stagione,che inizia a farsi timidamente sentire tra uno sprazzo di azzurro cielo e il bianco candido dei desideri.

Il cuore è trepidante, lascia spazio alla malinconia, le permette di entrare, a piccole dosi,se ne appropria dolcemente e la trasforma.

Di questi giorni trascorsi dove il tempo sembra non avere tempo, dove la lentezza delle giornate viene scandita da una colazione su un terrazzo fiorito, un pranzo e una cena in famiglia; di questi giorni resta il vento fresco che accarezza il viso come a voler consolare e risanare.

Resta il sapore forte di alimenti mediterranei, la cucina che non dorme mai, nella quale si destreggia mia madre per accogliere i miei sorrisi e le mie papille gustative curiose di riscoprire sempre un ricordo in ogni boccone.


Ogni ricetta per mettere insieme i mille pezzi di me che cercano pace in una piccola pennichella pomeridiana al riparo dal caldo avvolgente di questo Sud che brucia.

Unisco ingredienti che trovo sulla mia strada : i fichi di campagna che profumano di mare e una ricotta rustica di bufala : icona di produttori locali che ritrovo nelle passeggiate per arrivare dal mio paese alla spiaggia.

Ad ogni morso ripercorro sentieri.

INGREDIENTI PER:

Pasta frolla

250 gr. di farina

125 gr. di burro

125 gr. di zucchero

1 uovo

1 tuorlo

buccia di 1/2 limone grattugiata

1 pizzico di sale

Per il ripieno

2 uova

1 tuorlo

90 gr. di zucchero

1 limone naturale non troppo grande

1 cucchiaio abbondante di succo di limone

45 gr. di burro

20 gr. di amido di mais

12-15 fichi freschi

zucchero a velo per spolverizzare

100 gr di ricotta di bufala fresca

PROCEDIMENTO

Per la pasta frolla:

la quantità di frolla che ne esce con queste dosi è un po’ abbondante ma puoi conservare l’eccedenza in freezer o fare dei buonissimi biscotti ripieni con ricotta e scorza di limone grattugiato!

Lavora il burro con lo zucchero e la buccia grattugiata di limone, aggiungi le uova e infine la farina con il sale.

Impasta il tutto velocemente, forma un panetto, avvolgilo con pellicola per alimenti e metti in frigo a riposare per almeno 1 ora.

Per il ripieno

Taglia il limone a fettine, mettile dentro a un mixer con lame e riducilo a pezzetti, aggiungi lo zucchero, l’amido di mais, le uova, il succo di limone e il burro morbido e frulla il tutto in modo che il limone sia finemente tritato. Aggiungi la ricotta di bufala fresca e mescola fino ad ottenere una crema di ricotta speziata al limone.

Stendi la frolla, rivesti uno stampo da crostata, buca con una forchetta il fondo rivesti con un foglio di alluminio e stendi sopra gli appositi pesetti (o i più comuni ceci) e cuoci in forno caldo a 180° per circa 10-15 minuti, dopodichè rimuovi i pesetti e continua la cottura per un tempo totale di 25 minuti.

Versa la crema ottenuta nel guscio soltanto quando il guscio sarà raffreddato e croccante!tenere in frigo per almeno 4 ore ( io l’ho tenuta tutta la notte ). Prima di servire, disponi sopra il ripieno i fichi tagliati a spicchi o a fettine, spruzza i fichi con del succo di limone e spolverizza con lo zucchero a velo!

One Comment

  1. ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*