CAPRESE CIOCCOLATO, ZENZERO ED ARANCE ED UN RICORDO LONTANTO

Gli oggetti davvero belli sono quelli dotati di valori intrinseci, che sappiano resistere alle nostre proiezioni positive o negative su di essi: quelli che semplicemente incarnano ricordi.

Molto spesso mi viene chiesto dove compro tutto ciò che utilizzo per i miei piccoli set fotografici, e io puntalmente, ogni volta, sorrido e rispondo: “sono di mia nonna, me li ha regalati lei”.

Esatto, quasi tutto ciò che mostro è un suo dono, o di mia mamma, o di persone incontrate ,che mi hanno dedicato un ricordo, un’emozione. Per ognuno di quegli oggetti potrei narrare per ore ciò che significa per me, ciò che ha significato per altri.

In ogni foto c’è sicuramente un pochino della mia nostalgica personalità, ma c’è tanto altro.C’è l’unione di consigli, ricette, scambi, così come per ciò che cucino.

Qualcosa che viene tramandato,donato. Come questa ricetta, cedutami da una cara amica di famiglia. Un meraviglioso dono da custodire.

 

 

Ingredienti:

  • 2 arance (io uso quelle senza semi)
  • 300 g di zucchero
  • 5 uova fresche
  • 300 g di mandorle(io metà pelate e metà non pelate) 
  • 100 g di farina macinata a pietra di tipo 1
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci Molino Rossetto

Procedimento:

1) Lavate le due arance e , con la scorza, tagliatele a cubetti e mettetele a bollire per 2 minuti. Scolatele e fatele ribollire per ancora 3-4 minuti.

2) fate  raffreddare e poi le frullate con tutta la buccia.

3)tritate anche le mandorle e metto da parte.

4)Montate i tuorli con lo zucchero, poi unite le mandorle e la purea di arance, la farina e il lievito, infine montate gli albumi a neve e unite al composto , a mano , dall’alto verso il basso, per ottenere un composto spumoso.

5)Versate l’impasto in una teglia imburrata e infarinata e fate cuocere per 45/50 m. a 170 gradi.

6)Guarnire con zucchero a velo o scorzette di arancia caramellata.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *