La mia semplice Torta di Mele

Cadono le foglie, si abbandonano senza paura al vento che le culla, così come culla i pensieri smarriti. Non fanno rumore, e con discrezione ricoprono di un manto dai colori caldi la terra. Nessun suono, nel loro cammino fino a toccare il terreno, eppure insieme così belle, con la forza di nascondere ciò che la terra al momento non è in grado di far fiorire.

Sugli alberi gli ultimi frutti, delle piccole mele che dondolano al dondolare del tempo, alcune si staccano e cadono, altre, quelle più piccole, restano appese ancora in bilico a quel ramo. Si lasciano vivere ancora per un po, nell’attesa che la loro casa si spogli completamente dei colori che l’autunno, piano, porta via con se.

Le osservo, e nel mentre penso ai loro ultimi utilizzi e ai nuovi, che andranno ad arricchire la mia dispensa per i mesi futuri, finchè non tornerà il sole e l’aria calda.

Le mele sono, per me, una coccola che mi concedo piano, lasciando che la nostalgia mi attraversi e faccia scorrere lungo la mia schiena il solito brivido di consapevolezza.

       

Ho pensato a quale utilizzo avrebbe reso giustizia a questi frutti, così semplici, dai colori che in se hanno la stagione stessa e il mio umore dolce e malinconico.

Ho sfogliato tra le pagine della memoria, tra quelle di libri di cucina, e mi sono detta “punta alla semplicità, Lucia, è quella che ti fa crescere.” Così ho fatto. Torta di mele.

Mi sono chiesta se ci fosse un modo per darle un nome diverso. Come chiamare questa torta? “torta di mele con…torta di mele al..”

Poi mi sono detta “che senso ha snaturarne il nome? perchè rendere complicato e diverso ciò che poi così non è?”. Infondo lei ha in se il sapore del passato , che si mescola irrimediabilmente al presente, nel suo soddisfare risvegli con sogni troppo ingombranti e giornate che a volte, è meglio mettere da parte.

 

 

Ingredienti

  • 200 g farina 00
  • 150 g zucchero semolato + 50 gr zucchero di canna
  • 3 uova
  • 5 mele ( 3 cotogne e 2 pink lady)
  • 150 g di yogurt bianco
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 limone ( succo e scorza)
  • 1 bustina di lievito
  • cannella q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

1)In una terrina mescolate la farina setacciata con il lievito, metà dello zucchero, il pizzico di sale e la cannella.

2)Montate le 2 uova con lo zucchero per circa 10 minuti fino ad ottenere un composto spumoso .

3)Sbucciate e tagliate le mele a pezzettoni. Mettetele in una pirofila con succo di limone e cannella q.b. Lasciate macerare per 10 minuti. Passati i dieci minuti unite al composto le mele e mescolate lentamente dal basso verso l’alto!imburrate uno stampo da 22 cm, versate l’impasto. Mettete sopra le altre mele tagliate a fettine sottili. Cospargete di zucchero di canna. Infornate in forno statico preriscaldato a 180° nella parte bassa del forno per circa 35-40 fino a quando la torta è dorata.

4)Mentre la torta cuoce, preparate la cremina. In una terrina mescolate con una frusta il burro fuso con lo zucchero, l’uovo e la buccia grattugiata di limone, fino ad avere una crema liscia. Sfornate la torta è versate sopra la cremina. Decorate con qualche lamella di mandorle e rimettete subito in forno e proseguite la cottura sempre a 180° per circa 10-15 minuti fino a quando è ben colorata. Sfornate, fate raffreddare prima di servire.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *